Le grandi navi possono entrare a Venezia?

Bruxelles – L’Eurodeputata S&D Elly Schlein ha presentato un’interrogazione urgente alla Commissione europea sulla proposta avanzata dall’Autorità Portuale di consentire l’accesso alle navi da crociera nella Laguna di Venezia attraverso lo scavo del Canale di Contorta-Sant’Angelo.

Si tratta di  una via d’acqua lunga 5 chilometri, larga 100 metri e profonda 5 metri che “determinerebbe alterazioni irreversibili nell’ecosistema lagunare”. L’area interessata, infatti, fa parte della Rete Natura 2000 con due Siti di Interesse Comunitario (“Laguna medio-inferiore di Venezia” e “Laguna superiore di Venezia”) e una Zona di Protezione Speciale (“Laguna di Venezia”).”

“Seguo da tempo, con preoccupazione, le vicende che riguardano il Canale di Contorta -ha dichiarato Elly Schlein- per questo motivo confrontandomi con Roberto Della Seta di Green Italia, abbiamo elaborato un’interrogazione urgente in cui chiedo alla Commissione europea in che modo intenda garantire la salvaguardia dei siti della Laguna di Venezia compresi nella Rete Natura 2000, che verrebbero gravemente compromessi dalla scavo. Molti cittadini e associazioni si sono mobilitate da tempo e contro il progetto si sono espressi anche l’ISPRA e i Comuni di Venezia e di Mira”.

Il testo dell’interrogazione è stato presentato, ieri sera, dallo stesso Roberto Della Seta in occasione di un’iniziativa a Marghera su temi ambientali insieme a Felice Casson, candidato sindaco di Venezia, da sempre in prima linea in questa battaglia.

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.